Questa pagina vuol essere il viatico delle opportunità intelligenti dove concentrare il focus per raggiungere quella libertà finanziaria,,,tanto agognata da tutti...
  • 23 persone piace questo elemento
  • Economia & Trade
  • Dal Baratto al Bitcoin
    9000 aC: Inizia il baratto

    Il baratto è stato registrato prima in Egitto nel 9000 aC, quando i contadini andavano al mercato per lo scambio di mucche, di pecore, di grano arrivando fino all’olio.

    Il baratto sviluppato lungo antiche rotte commerciali, è diventato più sofisticato. Papiro egiziano, pietre preziose e carri potevano ora comprare animali esotici, pelli e minerali provenienti dall’Africa e dall’Asia. Anche se geroglifici ci mostrano che il commercio non è stato mai senza problemi.

    600 aC: La prima moneta del mondo

    La prima valuta conosciuto è stato registrata nell’antico regno di Lidia (oggi parte della Turchia). La prima moneta al mondo mostra la testa di un leone ruggente da un lato, con le marcature semplici dall’altro.

    Irregolare in forma e dimensioni, le monete sono state fatte da un mix naturale di oro e argento e coniate in base al peso. Per questo motivo, le monete erano spesso pesate piuttosto che contate.

    1250 AD: Fiorisce il mercato internazionale

    Il “Florin” è stato emesso a Firenze intorno al 1250 dC; questa moneta d’oro ha mantenuto un valore stabile per più di un secolo. E ‘stato accettato in tutta Europa e la sua stabilità ha svolto un ruolo importante nel promuovere il commercio internazionale nel continente.

    Vengono introdotte le Banconote: 1290 AD

    Nel 13 ° secolo, i viaggiatori come Marco Polo ha introdotto il concetto di banconote in Europa dalla Cina, dove la moneta cartacea era in circolazione dal XI secolo. Ma l’Europa non era pronta per le banconote; ci sono voluti altri 300 anni per farle decollare, con la Svezia che è stato il primo stato ad adottarle.

    Medioevo: Columbus destabilizza la valuta

    La Morte Nera e l’ascesa di monete false causano una grave inflazione. I prezzi tornano alla normalità entro la metà del 1400. Quando Colombo ha stabilito il contatto con le Americhe, un eccesso di metalli preziosi sul mercato europeo ha destabilizzato la valuta per secoli.

    1871: L’inizio dell’ “e-money”

    Fondata a New York e Mississippi Valley Printing Telegraph Company nel 1851, Western Union ha costruito una linea telefonica transcontinentale in America nel 1861. Ma dopo un gruppo di guerrieri Sioux che tagliarono gran parte del filo per fare i braccialetti, il ritmo del cambiamento rallentò. Quando alcuni dei guerrieri si ammalò, un medico Sioux dichiarò che il grande spirito del “filo del parlare” aveva cercato vendetta per la sua distruzione. Western Union collegò la costa orientale e occidentale dell’America, con il primo trasferimento di fondi mediante telegramma che si svolse nel 1871: così è nato il concetto dell’ “e-money”.

    1950: La prima carta di credito

    Creata nel 1950 da Frank McNamara quando si è trovato senza denaro per pagare per una cena, la Diners Club Card, è stata la prima carta di credito del mondo. McNamara è stato costretto a chiamare la moglie e chiederle di portare i contanti al ristorante. Promise che questo sarebbe stata l’ultima volta.

    Oggi, più della metà di tutte le transazioni negli Stati Uniti e Regno Unito sono emesse grazie alla cena imbarazzante di McNamara.

    1967: L’invenzione di ATM

    La leggenda narra che John Shepherd-Barron ha ideato il primo bancomat del mondo durante l’immersione in una vasca da bagno, che ha storicamente dimostrato di essere il posto migliore per avere un’illuminazione. Lanciò l’idea di Barclays Bank, con il primo modello installato a Enfield, a nord di Londra, nel 1967.

    Le carte di pagamento di plastica non erano ancora state inventate, i primi sportelli automatici utilizzavano assegni impregnati di carbonio 14 – una sostanza radioattiva – e pagati un massimo di £ 10 per volta. La rete ATM ha poi aperto la strada per l’ascesa di carte di debito.

    Nel 2016, i bancomat sono semplicemente un (a volte frustrante) fatto della nostra vita quotidiana.

    1983: Home Banking

    La Bank of Scotland ha offerto ai clienti di Nottingham Building Society il primo servizio di internet banking, di nome Homelink. I clienti avevano bisogno di un televisore e un telefono per inviare i trasferimenti e pagare le bollette, costruendo le basi per operazioni bancarie su Internet come la conosciamo.

    1990: Internet banking

    L’inizio degli anni ’90 ha segnato la fioritura, in cui le imprese e le banche allo stesso modo hanno cercato di conquistare la fedeltà dei loro clienti, ampliandosi nel web. Ma questa strategia si è rivelata più difficile di quanto si pensasse, infatti ci sono voluti più di 10 anni per l’acquisizione di 2 milioni di utenti di internet banking Bank of America.

    1997: Rivoluzione nel mondo del carburante

    Nel 1997, Mobil Oil Corp ha introdotto Speedpass, un tag di pagamento elettronico che permetteva ai consumatori di pagare il carburante alla pompa. Speedpass è stato il primo esempio di pagamento contactless, un concetto che si è ormai diffuso in tutto il mondo.

    2000: Y2K

    Il nuovo millennio è cominciato, si trattava di un colpo psicologico sostanziale alla cultura di Internet in tutto il mondo. Visto come il segno di un’epoca, i clienti erano ora più che mai desiderosi di andare online, per essere “moderni”.

    2005: Chip e pin

    Nel 2005, i rivenditori che non avevano ancora aderito al chip ed al pin sono state soggette a transazioni fraudolente. Quattro su dieci carte bancarie ancora dovevano essere aggiornate al circuito integrato e la tecnologia del pin.

    2009: La nascita di bitcoin e della Criptovaluta

    Satoshi Nakamoto posta un documento sulla criptovaluta in Internet nel 2008, i primi bitcoin furono emessi nel 2009 in un contesto di crisi finanziaria globale.

    Nei primi giorni, le persone utilizzarono i forum bitcointalk per negoziare il valore dei primi bitcoin, con un pagamento di 10.000 bitcoin vennero acquistate indirettamente due pizze ai pepperoni da Papa Giovanni nel 2010 (sulla base del prezzo di oggi del bitcoin, quelle pizze sono costate più $ 4 milioni).

    Digitale, decentrata, flessibile e sicura, ecco la nascita della criptomoneta.

    2014: Apple pay

    Continuando la rivoluzione Fintech, Apple pay viene rilasciato al pubblico attraverso un aggiornamento iOS nel 2014. Il servizio di telefonia mobile consente ai consumatori di pagare usando il dispositivo di Apple, eliminando la necessità di un portafoglio. E con il quasi 40% dei rivenditori statunitensi che ora accetta pagamenti contactless, presto sarà il momento di lasciare la plastica a casa.

    2016: Blockchain

    Anche se il bitcoin sta guadagnando più valore col passare del tempo, banche e imprese sembrano ancora più interessati alla tecnologia blockchain. Tuttavia, a partire dal 2016, il Blockchain ha già ricevuto oltre un miliardo di dollari di investimenti VC e il riconoscimento a livello di settore con oltre 35 progetti blockchain annunciati da istituzioni finanziarie più importanti del mondo, tra cui NASDAQ e NYSE.

    Conclusione

    Dal baratto a bitcoin, denaro ed i mezzi di scambio si sono trasformati in una forma irriconoscibile. Grazie alla nuova tecnologia e con questo tasso di sviluppo vertiginoso, è quasi impossibile prevedere ciò che potrebbe venire dopo.

    0 0 Commenti 0 Shares
  • 0 0 Commenti 0 Shares
  • 0 0 Commenti 0 Shares
  • 0 0 Commenti 0 Shares
Altre storie